Tutto quello che c'è da sapere sulle allergie alimentari

Il problema dell'infanzia comincia a manifestarsi sempre più tra gli adulti. È vero, si verifica solo nel 4% della popolazione. In risposta al consumo di determinati alimenti, si sviluppa una reazione allergica. Quello che c'è da sapere su questo fenomeno.

Articoli correlati
  • Allume bruciato: applicazione del prodotto
  • Agar-agar - cos'è, composizione e benefici, ricette casalinghe
  • Come trova un telefono se è spento e perso

Come reagisce il corpo agli allergeni alimentari

Il sistema immunitario percepisce le proteine ​​dei singoli prodotti come estranee, per proteggersi da esse inizia a produrre anticorpi. Si attaccano alle cellule del tubo digerente, ai polmoni e alla pelle. Quando il prodotto entra di nuovo nel corpo, l'istamina viene rilasciata in risposta allo stimolo.

Questa reazione chimica provoca sintomi spiacevoli:

  • Gonfiore.
  • Alveari.
  • Vomito costante.
  • Respiro affannoso.
  • Prurito.
  • Dolore addominale.

Una reazione allergica può variare in gravità. Sempre più spesso ci sono casi in cui un irritante provoca gonfiore delle vie respiratorie, un forte calo di pressione. La morte è possibile senza cure mediche di emergenza.

Potenziali cause di allergia alimentare

Spesso diversi fattori provocatori giocano un ruolo negativo contemporaneamente:

  • Mancanza di contatto con allergeni nell'infanzia, ad esempio noci, pesce. Questo può portare alla malattia in un adulto.
  • Carenza di vitamina D. Gli studi hanno trovato un legame tra la carenza di vitamina D e le tendenze allergiche.
  • Violazione della microflora intestinale. Mangiare fibre aumenta il numero di batteri benefici, che aiuta il sistema immunitario a combattere le allergie. Dopo l'assunzione di antibiotici, l'equilibrio dei microrganismi viene disturbato, il che provoca una reazione a determinati alimenti.

Allergie e intolleranze

Questi due concetti sono spesso confusi. È importante conoscere le loro principali differenze:

Allergia Intolleranze alimentari
Provocatori alimentari

Molluschi

Pesce

Noci

Uova

Soia

Latte

Grano

Grano

Latte

Spezie piccanti

Caffè

Cavoli

Cipolle

Legumi

Sintomi

Orticaria

Prurito cutaneo

Mancanza di respiro

Tosse

Edema delle vie aeree

Vertigini

Crampi allo stomaco

Vomito

Gonfiore

Nausea, vomito

Diarrea

Dolore addominale

Tempo di reazione Immediatamente, dopo 2 ore, ogni volta che il prodotto viene consumato, anche in piccole quantità Da due a 24 ore, a seconda della porzione, i piccoli sintomi potrebbero non apparire
Di chi è il problema Sistema immunitario Apparato digerente, mancanza di alcuni enzimi

Quando contattare Medico

Anche con sintomi lievi e ricorrenti, visitare un allergologo. Se il problema è la sensibilità alimentare, il medico consiglierà di ridurre alcuni alimenti.

Per reazioni frequenti e gravi a stimoli sconosciuti, gli specialisti eseguiranno test per identificare l'allergene. Un grave attacco associato a edema del sistema respiratorio, un forte calo della pressione richiede cure mediche immediate.

.