Tosse in un bambino: come trattare

Il nostro corpo si protegge costantemente dalle influenze esterne con l'aiuto di vari riflessi. La tosse è uno di questi riflessi che si verifica in risposta all'irritazione di speciali recettori della tosse situati nella mucosa delle vie respiratorie. La tosse libera le vie respiratorie da agenti estranei, sia infettivi che non infettivi.

Articoli correlati
  • Quando puoi fare sport dopo un taglio cesareo
  • Dieta: menu dimagrante
  • Carpaccio di pollo - ricette con foto. Come cucinare il carpaccio di pollo a casa

Tipi di tosse

La tosse libera efficacemente le vie respiratorie

Prima di trattare la tosse di un bambino, è necessario scoprire: perché è sorta? Molto importanti sono anche le diverse caratteristiche della tosse.

Durata:

  • Prolungata - se la tosse del bambino dura da 3 a 6 settimane. Se la tosse è persistente, questo può essere un segno di bronchite cronica o altre malattie respiratorie che sono diventate croniche.
  • Acuto - se la tosse del bambino dura meno di 3 settimane. Questa tosse è tipica dell'ARVI. Di norma, all'inizio è secco (senza espettorato), dopo alcuni giorni diventa umido (c'è espettorazione di espettorato o muco)

Per natura:

  • Secco - gli attacchi di tale tosse in un bambino di notte non gli permettono di riposare completamente e portano a un deterioramento delle condizioni generali. Lo scarso sonno è un caratteristico "compagno" della tosse secca in un bambino.
  • Umido (produttivo) - tosse con espettorato o muco di vario colore e consistenza. Una tosse umida libera le vie aeree dall'infezione e dal muco.

Per tono:

  • Tosse che abbaia - infatti, ricorda un cane che abbaia, soprattutto "eseguito" da bambini di 1-2 anni. Con una tale tosse, dovresti consultare immediatamente un medico per la presenza di un corpo estraneo nelle vie respiratorie.
  • Una tosse rauca - indica un'infiammazione delle corde vocali. Di regola, è accompagnato da raucedine.
  • ​​​​
  • Tosse convulsa - può indicare una malattia infettiva molto pericolosa, soprattutto per i bambini - pertosse. La tosse di un bambino con un fischio dura continuamente fino a 30 secondi, dopodiché cerca di riprendere fiato. La pertosse è caratterizzata dallo sviluppo di vomito dopo attacchi di tosse.

Tosse in un bambino senza febbre e naso che cola

Le cause più comuni di tosse in un bambino sono le infezioni respiratorie acute (ARVI), che ha accompagnato un aumento della temperatura corporea, naso che cola, letargia e malumore.

Naturalmente, è necessario consultare un medico, poiché una tosse secca o umida in un bambino senza febbre e naso che cola può indicare una malattia più grave di un'infezione respiratoria.

Asma bronchiale - caratterizzato da una tosse secca e tagliente con fischi. Sorge, di regola, come risultato di fattori esterni:

  • dopo uno sforzo fisico attivo;
  • al freddo;
  • sullo sfondo di esperienze emotive;
  • dal contatto con piante o animali;
  • da odori pungenti.

Il picco degli attacchi di tosse nell'asma bronchiale si verifica al mattino presto e alla sera.

Allergia - con reazioni allergiche, ci sono frequenti episodi di tosse secca in un bambino senza febbre, ma di solito sono accompagnati da un abbondante naso che cola, a volte anche un'eruzione cutanea. In questo caso, nella maggior parte dei casi, c'è mal di gola. Un allergologo ti aiuterà a identificare l'allergene utilizzando test speciali e prescriverà un trattamento. Senza questo, c'è un'alta probabilità di sviluppare complicazioni, ad esempio l'asma bronchiale.

Malattie otorinolaringoiatriche - a volte accompagnate da tosse umida in un bambino senza febbre, con rilascio di una grande quantità di catarro, che scorre dal rinofaringe nel trachea, provocando la tosse.

ARVI - la malattia è accompagnata da tosse, febbre e naso che cola, tuttavia, anche dopo il recupero, la tosse di un bambino senza febbre può continuare per un po 'di tempo.

Affinché il medico possa determinare più accuratamente e rapidamente la causa della tosse in un bambino senza febbre e naso che cola, analizzare una serie di fattori prima della visita:

  • quanto è forte e prolungata la tosse del bambino;
  • cos'è la tosse del bambino - secca, umida, che abbaia o convulsa - descrivere la tosse del bambino;
  • se ci sono segni esterni che causano attacchi di tosse;
  • se ci sono sintomi che accompagnano la tosse, come il vomito;
  • a che ora del giorno la tosse è più intensa;
  • Se lo stato emotivo del bambino influisce sugli attacchi di tosse.

Più informazioni possibili dai genitori renderanno più facile per il medico la diagnosi

Come aiutare un bambino con la tosse

L'aiuto dei genitori a un bambino con la tosse è, prima di tutto, nella massima cura e attenzione: deve sentirsi sicuro e affidabile in famiglia. Naturalmente, è necessario consultare un pediatra che ti aiuterà a sviluppare un piano d'azione in tutte le fasi del trattamento e prevenire eventuali conseguenze negative.

Il trattamento è prescritto dal medico ed è responsabilità dei genitori assicurarsi che sia seguito in modo chiaro e coerente. Per alleviare la tosse di un bambino, viene spesso raccomandato lo sciroppo di Stodal, che ha effetti antimicrobici, antitosse e antinfiammatori1. Aiuta ad alleviare la tosse e non ha limiti di età2.

Stodal è particolarmente efficace nella fase iniziale della terapia con ARVI. L'assunzione di sciroppo di Stodal dai primi giorni della malattia può ridurre il trattamento della tosse sullo sfondo dell'ARVI a 1 settimana3.

  • Vomito dopo aver mangiato - ragioni. Cosa fare con nausea persistente, dolore e vomito dopo aver mangiato
  • Come accelerare la crescita dei capelli a casa
  • È possibile mangiare il melograno con il diabete mellito

Quando è necessaria una tosse umida fondi con effetto mucolitico ed espettorante, preferibilmente di origine vegetale. Inoltre, sono indicati i broncodilatatori, che riducono il broncospasmo e facilitano la separazione dell'espettorato.

L'uso di qualsiasi farmaco dovrebbe essere accompagnato da molte bevande calde. È ottimale dare latte caldo con miele, composte, succhi da bere, ma non tè nero, che tende ad aggravare la tosse.

Quando si tossisce, non fare i gargarismi con la soluzione di soda: la soda asciuga le mucose, il che porta ad una maggiore irritazione

Nella stanza in cui si trova il bambino, è necessario fornire una temperatura confortevole, un apporto costante di aria fresca e umidità al 70%. Anche le passeggiate all'aperto sono importanti, ma senza giochi attivi. Una routine quotidiana chiara, farmaci tempestivi, assunzione di cibo e sonno adeguato sono importanti.

Metodi tradizionali di trattamento della tosse in un bambino

Il trattamento prescritto da un medico può essere accompagnato dall'uso della medicina tradizionale. Prima di tutto, si tratta di vari decotti di bacche e piante, come lamponi, ribes nero, rosa canina, tiglio, camomilla. Possono essere usati come inalatori, impacchi e anche come bevanda calda, così necessaria per le malattie respiratorie, accompagnate da tosse in un bambino.

I soliti cerotti di senape, che possono essere usati solo in assenza di febbre, dovrebbero essere attribuiti ai rimedi popolari per la tosse in un bambino. Fare i gargarismi con estratti di eucalipto, calendula, camomilla aiuterà ad ammorbidire le mucose e ridurre l'infiammazione.

1Lokshina E., Zaitseva O. et al. Esperienza nell'uso del farmaco naturopatico Stodal in bambini con infezioni respiratorie acute. Pediatria 2016, 95 .

2Secondo le istruzioni per l'uso medico del farmaco Stodal

3Selkova EP., Lapitskaya A. S., Gudova N. V., Radtsig E. Yu., Ermilova N. V. La tattica del trattamento della tosse improduttiva nei bambini con malattie delle vie respiratorie di eziologia virale. Medico curante, n. 8, 2013, 84-88.

Attenzione! Le informazioni presentate nell'articolo sono solo a scopo informativo. I materiali dell'articolo non richiedono l'autotrattamento. Solo un medico qualificato può diagnosticare e fornire raccomandazioni per il trattamento, in base alle caratteristiche individuali di un particolare paziente.
.